11 consigli per una formazione blended efficace

Il punto di forza della formazione blended sta nel fatto di poter unire i vantaggi offerti dalla tecnologia a quelli dell’elemento umano. I tuoi utenti hanno infatti l’opportunità di accedere a risorse formative online (sempre e dovunque) tipiche dell’eLearning, ma hanno anche supporto e feedback in apposite sessioni faccia a faccia. Sapere come unire al meglio questi due approcci è essenziale, e in questo articolo andiamo ad individuare 11 preziosi consigli per creare una formazione blended efficace nella tua azienda.

********************************************
SOFTWARE ANALISI OBBLIGHI FORMATIVI AZIENDALI
A.O.F.A è il software per la verifica degli obblighi formativi aziendali inerenti la sicurezza del lavoro, la privacy e il D.lgs 231/01. In pochi secondi rispondendo a 25 quesiti il software fornisce un dettagliato profilo delle irregolarità relative agli obblighi di formazione aziendale inerenti tali adempimenti.
GUARDA LA VIDEO DEMO
********************************************

  1. Individua in anticipo gli obiettivi della tua formazione blended

    Gli obiettivi da raggiungere vanno decisi ancor prima di pensare a quale tecnologia adottare. Cosa vuoi trasmettere ai tuoi utenti e studenti? Devono sviluppare determinate skill? Quali sono gli obiettivi formativi più importanti? Definito questo, ogni esercizio ed elemento formativo incluso nel tuo corso deve essere coerente con la strategia di base.

  2. Specifica come e quando la tecnologia andrà utilizzata

    Non devi solo decidere quale tecnologia utilizzare (desktop, tablet, etc) ma anche quando usarla, decidere che ruolo avrà nelle tue attività in presenza e nell’intero progetto di formazione blended. Inoltre, devi stabilire fin da subito quale sfida principale intendi risolvere tramite l’uso della tecnologia, in modo da poter fare la scelta più appropriata.

  3. Crea attività formative che prendano il meglio da entrambi i mondi

    Un’attività blended deve essere in grado di prendere il meglio da eLearning e classroom. Ad esempio, se gli utenti devono eseguire un progetto in classe, potresti chiedere loro di approfondire il tema guardando alcuni video o leggendo articoli a supporto. Accedendo a risorse online è dunque possibile arrivare più preparati in classe e ottenere risultati migliori.

  4. Il Feedback è fondamentale!

    Coinvolgi gli utenti chiedendo il loro feedback: organizza sondaggi per capire punti di forza e debolezza della tua formazione blended. In questo modo capirai rapidamente cosa è necessario migliorare, così da raggiungere i risultati formativi migliori. Fai sapere agli utenti che ogni loro opinione è gradita, e metti a loro disposizione form di contatto o indirizzi email per ogni necessità.

  5. Usa assessment online per capire quali ambiti devono essere migliorati

    Il vantaggio di usare assessment online è quello di poter ottenere un gran numero di dati in tempi ridotti, e con poca fatica. Puoi ad esempio capire quanto tempo hanno impiegato gli utenti a terminare un quiz, con il tempo di completamento per ogni singola domanda.  In questo modo è più semplice capire quali aree richiedono un intervento per poter lavorare sui punti di debolezza dei tuoi utenti.

  6. Offri risorse supplementari per migliorare la comprensione

    La tecnologia non deve essere l’elemento dominante del tuo progetto di formazione blended. Molti altri materiali formativi possono infatti essere impiegati per aumentare la partecipazione al progetto, come ad esempio video, webinar e casi pratici di applicazione dei concetti trasmessi. Non solo per colmare eventuali lacune, ma anche per approfondire concetti che interessano particolarmente gli utenti in formazione.

  7.  
  8. Crea un sistema di supporto efficiente per gli utenti

    Integrare elementi di tecnologia nel progetto blended consente di offrire supporto personalizzato agli utenti. La presenza di una persona, in sessioni faccia a faccia, è molto utile, ma c’è chi preferisce l’anonimato del supporto online. Usando email e messaggi, questi ultimi utenti possono ottenere risposte e informazioni in maniera rapida e immediata, senza aspettare la sessione classroom successiva.

  9. Crea un sistema di supporto efficiente per le persone dell’azienda coinvolte

    Il medesimo sistema di supporto deve essere disponibile per le persone dell’azienda coinvolte nel progetto. Tutti devono sapere come utilizzare al meglio la tecnologia adottata, e in caso di persone poco pratiche con i mezzi informativi è bene ipotizzare una breve formazione, tramite workshop o anche online.

  10. Pensa bene prima di integrare esercizi online

    I materiali formativi online non sono tutti uguali. Prima di integrare esercizi online nel tuo progetto di formazione blended devi assicurarti che questi siano non solo interattivi, ma che siano anche allineati agli obiettivi formativi del progetto stesso. Se una presentazione Powerpoint può essere utile ai tuoi utenti, sicuramente uno scenario interattivo saprà ingaggiarli in maniera più efficace.

  11. Fai in modo che tutte le parti siano coinvolte

    Cerca di coinvolgere tutti gli utenti integrando attività online che siano di facile accesso. Se gli utenti non possono completare l’esercizio in modo veloce e pratico, sicuramente non otterranno il massimo beneficio. La tecnologia adottata deve dunque essere user friendly, e a supporto degli utenti, di tutti gli utenti, e non un ostacolo!

  12. Tieni traccia di tutti i progressi formativi

    Scegli i KPI che ti interessa monitorare relativamente al tuo progetto di formazione blended, quindi usa gli assessment e l’attività formativa stessa per raccogliere dati e tenerli sotto controllo. Ovviamente, i KPI devono essere elementi legati a risultati misurabili, in modo da poter tracciare anche l’efficacia dell’intero progetto!

Autore: Christopher Pappas
Fonte: docebo
| Contrassegnato | Lascia un commento

Le offerte del week-end dal 9 all’11 settembre 2016

1) Kit aggiornamento ISO 9001:2015
Sconto 30% inserendo il codice estate2016 nel
riepilogo del carrello
http://www.certificazione.info/product.php~idx~~~235~~Kit+aggiornamento+ISO+9001_2015+vers_+2_0~.html

2) D.lgs 231/01 – Software Privacy Compliance procedura segnalazioni
ODV
Per gli ordini fino a domenica 11/9/2016 in regalo il software Reati 231
https://consulenza231.org/software-e-corsi-on-line/software-privacy-compliance-procedura-segnalazioni-odv-231/

3) VERSCA versione FULL  Software gestione scadenze adempimenti
Acquistalo oggi e ricevi in regalo Kit formazione sicurezza del lavoro (1.200 slide corsi formazione
sicurezza lavoro, test, software gestione formazione)
http://www.sicurezzapratica.it/sicurezza/software_adempimenti_sicurezza_grazie.htm

4) Cerchi nuovi clienti? Guarda le ultime richieste di
preventivo consulenze in ambito sicurezza lavoro, ISO 9001, ISO 14001,
ecc.
http://www.certificazione.info/category.php~idx~~~97~~Preventivi~.html

Tali offerte valgono solo questo week end fino a domenica 11/9/2016

Per qualsiasi chiarimento non esitare a contattarmi
direttamente al 392-466.0427 o allo 051-35.38.38

Un caro saluto!

Dr. Matteo Rapparini
www.certificazione.info
Edirama
via Trebbi, 7
40127 Bologna BO
Tel. 051-35.38.38 – Mob. 392-466.0427
P.I. 04200180372
Oltre 4.800 clienti utilizzano i prodotti Edirama

Pubblicato in Promozioni in corso | Lascia un commento

VETRINA SETTEMBRE 2016 – #D.lgs 231/01, #ISO 9001, #sicurezza del lavoro, #privacy

VETRINA SETTEMBRE 2016
I prodotti indispensabili per la Tua attività professionale in offerta dal 1 al 30 settembre

* Area D.lgs 231/01 – 
Kit 231 – suite software per realizzare i modelli 231
Kit ODV 231 – raccolta software per gestire l’attività dell’organismo di vigilanza
Corso esperto 231 – corso on line per apprendere le modalità di realizzazione dei modelli 231
Corso esperto ODV 231 – corso on line per apprendere le modalità operative come membro organismo di vigilanza 231

* Area ISO 9001 – 
Kit documentazione ISO 9001:2015 – Manuale, procedure e modulistica di sistema di gestione qualità conforme alla ISO 9001:2015
Kit aggiornamento ISO 9001:2015 – Raccolta strumenti (modelli documentazione, software, corsi on line) per aggiornare i sistemi qualità alla ISO 9001:2015
Corso on line Esperto ISO 9001 – Corso on line per apprendere come realizzare un sistema qualità ISO 9001:2015

* Area sicurezza del lavoro – www.sicurezzapratica.it
Software VERSCA
– software per gestire qualsiasi tipologia di scadenza della propria attività e di quella dei clienti
Kit formazione sicurezza del lavoro – oltre 1.200 slide personalizzabili già pronte per realizzare il materiale didattico dei corsi di formazione sicurezza del lavoro, con software e test di valutazione
Security Tools – 10 software completi per realizzare gli adempimenti sicurezza del lavoro (dal dvr al pos, duvri, gestione scadenze, ecc) con lo sconto del 50%
DVR DOC – software per realizzare il documento di valutazione dei rischi con oltre 400 schede fasi di lavorazione e rischi precaricate

* Privacy – www.consulenzaprivacy.org
Software Compliance Privacy
– software per realizzare l’aggiornamento privacy al nuovo regolamento europeo 2016/679
Corso esperto Privacy – corso on line di aggiornamento al nuovo regolamento europeo privacy.

Per maggiori informazioni ci contatti direttamente allo 051-35.38.38 – ediramaweb@gmail.com

Cordialmente,

Dr. Matteo Rapparini
Edirama
via trebbi, 7
40127 Bologna

| Lascia un commento

Azienda ricerca consulente sicurezza del lavoro

Azienda con 4 dipendenti prov.di Padova, ricerca consulente sicurezza del lavoro.
Maggiori informazioni da http://www.sicurezzapratica.it/sicurezza/network_edirama.htm

Pubblicato in Offerte di lavoro | Lascia un commento

Recepimento direttiva europea 2013/35 per la tutela dei lavoratori esposti a #campi elettromagnetici.

E’ stato pubblicato in gazzetta ufficiale il decreto legislativo 1 agosto 2016 recepimento direttiva europea 2013/35 per la tutela dei lavoratori esposti a campi elettromagnetici. Entra in vigore 2 settembre 2016.

********** SOFTWARE GESTIONE SCADENZE ***********
Gestisci in automatico tutte le scadenze della tua attività
e dei tuoi clienti  con VERSCA 81 – guarda il video demo
********************************************************

Download

Pubblicato in Valutazione rischi | Contrassegnato | Lascia un commento

Procedura valutazione incidente rilevante sostanze pericolose, decreto in GU

Valutazione pericoli incidente rilevante per una sostanza pericolosa, ai fini della comunicazione alla Commissione Europea.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.179 del 2 agosto 2016 il Decreto 1 luglio 2016 n.148 con il regolamento recante criteri e procedure per la valutazione richiamata dall’articolo 4 del Decreto legislativo 26 giugno 2015, n. 105.

Il regolamento riporta la nuova procedura per l’istruttoria di proposta di valutazione dei pericoli di incidente rilevante per una sostanza pericolosa, che va a sostituire integralmente la precedente, indicata come allegato A del decreto 26 giugno 2015.

Info: GU 2 agosto 2016 n. 179 Decreto 1 luglio 2016 n.148

Pubblicato in Valutazione rischi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Contributi formazione sicurezza autotrasporti

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 luglio 2016 il decreto 9 giugno 2016 del Ministero dei Trasporti sulle modalità operative di erogazione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto.

Il decreto riporta indicazioni riguardanti la fruizione del finanziamento di 10 milioni di euro dovuto al decreto 29 aprile 2015, n. 130 per la realizzazione di piani formativi aziendali, interaziendali, territoriali o per filiere.

**************************************
LE SOLUZIONI SEMPLICI PER GESTIRE LA FORMAZIONE
http://software.edirama.org//index.php?route=product/category&path=48
*****************************************

In dettaglio sono destinatari del provvedimento: “le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, i cui titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti o addetti inquadrati nel Contratto Collettivo Nazionale logistica, trasporto e spedizioni”.

Le attività da realizzare invece, dovranno interessare “formazione o aggiornamento professionale volte all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa, alle nuove tecnologie, allo sviluppo della competitività ed all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro”. Dovranno essere avviate dal 1° dicembre 2016 e dovranno terminare entro il 31 maggio 2017

**************************************
LE SOLUZIONI SEMPLICI PER GESTIRE LA FORMAZIONE
http://software.edirama.org//index.php?route=product/category&path=48
*****************************************

Il limite massimo erogabile per l’attività formativa sarà di 150mila euro per ogni impresa, o per ogni impresa che faccia parte di un raggruppamento.

Le domande di finanziamento potranno essere presentate dal 26 settembre 2016 al 28 ottobre 2016, utilizzando modalità che verranno pubblicate dal 12 settembre 2016 Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nella sezione Autotrasporto merci – Documentazione – Autotrasporto Contributi ed Incentivi.

Info: quotidianosicurezza.it –  Ministero Trasporti decreto 9 giugno 2016 GU n.175 28 luglio 2016

Pubblicato in Finanziamenti - contributi, Formazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Garante niente notifica se il gps localizza solo l’auto e non la persona – #privacy

Sfugge all’obbligo di preventiva notifica al Garante per la privacy, l’uso di un sistema di localizzazione gps apposto su veicoli, inidoneo per caratteristiche tecniche, ad identificare con certezza e in modo automatico l’utilizzatore del mezzo.

Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – 23/5/2016

I software per gli adempimenti privacy
novità
Privacy compliance per verificare la conformità al nuovo regolamento europeo 2016/679 –
_ DPS DOC per realizzare il Documento Programmatico della Sicurezza (DPS) ai sensi del D.lgs 196/03
_ Check privacy, per verificare la conformità al D.lgs 196/03

*******************************************************************

Pubblicato in Privacy | Contrassegnato | Lascia un commento

Il nuovo regolamento europeo sulla privacy – Rassegna ebook e utili documenti

In questo articolo ti segnaliamo i link a documenti utili per conoscere meglio il nuovo regolamento europeo sulla privacy 2016/679

************************************************************
I software per gli adempimenti privacy
novità  Privacy compliance per verificare la conformità al nuovo regolamento europeo 2016/679 –
_ DPS DOC per realizzare il Documento Programmatico della Sicurezza (DPS) ai sensi del D.lgs 196/03
_ Check privacy, per verificare la conformità al D.lgs 196/03

*******************************************************************

  1. Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali.
  2. REGOLAMENTO EUROPEO – PRIMA GUIDA INFORMATIVA
  3. SHEDA INFORMATIVA SU DATA PROTECTION OFFICER
  4. Ebook – Cosa cambia con il nuovo regolamento europeo
  5. Ebook – Il nuovo regolamento europeo privacy – curiosità in pillole
  6. Ebook – Il nuovo regolamento europeo privacy
  7. Ebook – Il nuovo regolamento europeo in ambito privacy: Quali sono i punti di attenzione per le aziende italiane?Ricevi subito via email i link ai documenti/ebook gratuiti   e gli aggiornamenti  sulle novità del Regolamento Europeo Privacy 2016/679.
    Compila il modulo. I dati sono trattati ai sensi del D.lgs 196/03 – In qualsiasi momento puoi cancellarti con un click. Informativa privacy

Pubblicato in Privacy | Lascia un commento

La nuova disciplina della formazione per Responsabili ed Addetti dei Servizi di Prevenzione e Protezione

In data 7 luglio 2016 è stato approvato il nuovo accordo che disciplina i requisiti della formazione per responsabili ed addetti dei servizi di prevenzione e protezione, previsti dall’art. 32, comma 2, del D. Lgs. n. 81/2008.

**************************************
LE SOLUZIONI FACILI PER GESTIRE LA FORMAZIONE
http://software.edirama.org//index.php?route=product/category&path=48
*****************************************

Il presente accordo sostituisce integralmente quello del 26 gennaio 2006 ed interviene su alcuni elementi relativi la formazione dei diversi soggetti della sicurezza.

Il percorso formativo è strutturato in tre moduli: A, B e C.

Modulo A
Il modulo A costituisce il corso base per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e di ASPP ed è propedeutico per gli altri moduli. La durata è pari a 28 ore escluse le verifiche di apprendimento finali.

Modulo B
Il modulo B è il corso correlato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi all’attività lavorativa. Il Modulo B è necessario per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e di ASPP. L’articolazione del Modulo B è strutturata prevedendo un Modulo comune a tutti i settori produttivi, della durata di 48 ore. Il suddetto Modulo è esaustivo per tutti settori, ad eccezione di quattro per i quali il percorso deve essere integrato con la frequenza dei Moduli di specializzazione. La durata non è comprensiva delle verifiche di apprendimento finali.

Modulo C
Il modulo C è il corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP. La durata complessiva è di 24 ore escluse le verifiche di apprendimento finali.

**************************************
LE SOLUZIONI FACILI PER GESTIRE LA FORMAZIONE
http://software.edirama.org//index.php?route=product/category&path=48
*****************************************

Aggiornamento
Le ore minime complessive di aggiornamento sono fissate in base al ruolo e sono rispettivamente:

  • ASPP: 20 ore nel quinquennio
  • RSPP: 40 ore nel quinquennio

Schema di Accordo finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni”, versione 7 luglio 2016 (formato PDF, 3.54 MB)

Pubblicato in Formazione | Contrassegnato | Lascia un commento